Manzanese, una sconfitta immeritata!

Esordio casalingo amaro per la Manzanese di mister Vecchiato, che nel diluvio del “Giuseppe Morigi” paga forse un avvio di gara timoroso. 

La pioggia battente dei primi minuti rende subito il campo pesante, ne trova giovamento il Caldiero autore di un avvio di gara più intraprendente con maggiore possesso palla. E’ comunque la Manzanese a provare la prima sortita offensiva all’11’ con Moras, risponde immediatamente il Caldiero con capitan Zerbato, prima da solo poi appoggiandola pericolosamente al centro, infine portando in vantaggio il Caldiero al 13’ con un colpo di testa ravvicinato propiziato da un brutto liscio della difesa manzanese. L’inaspettato vantaggio esterno del Caldiero ribalta le dinamiche dell’incontro, con la Manzanese che chiude nella sua metà campo un Caldiero veramente ordinato nella fase difensiva. 

Sfiora di testa la porta il manzanese Capellari su azione d’angolo al 19’, interessantissimo filtrante al centro di Zupperdoni al 22’, ancora pericoloso Zupperdoni dalla destra al 25’ respinto da Tebaldi, bel tiro di Fyda dal limite al 32’ deviato in angolo. Ci prova anche il manzanese Moras con un tiro dalla distanza al 38’ che termina alto e con un rasoterra bloccato da Tebaldi al 44’. In chiusura di primo tempo grande occasione manzanese con il tiro al volo di Cecchini dalla sinistra, Tebaldi si supera deviando la palla in angolo.

La seconda frazione di gioco ripropone le tematiche del primo, Manzanese costantemente in pressione nella metà campo avversaria, Caldiero attento a conservare il prezioso risultato.
Al 6’ ci prova prima Moras dalla sinistra chiuso in angolo, poi Zupperdoni con un missile dai 22 metri deviato anch’esso in angolo, Cappellari alto all’8’, bella respinta di Tebaldi sulla conclusione dai 22 metri del manzanese Casella al 9’. Tebaldi ancora protagonista al 14’ anticipando la conclusione di Fyda servito da Moras, al 20’ Caldiero pericoloso sul calcio di punizione di Viviani in una delle poche sortite offensive. 

Ci prova ancora il manzanese Moras a riequilibrare le sorti dell’incontro, prima con un tiro dai 18 mt al 31’ che termina alto, poi con una pericolosissima conclusione ad incrociare sul secondo palo dalla destra al 40’, Tebaldi si supera deviando in angolo. Dal successivo angolo nasce una mischia veemente con una triplice conclusione dei manzanesi Nchama e Bevilacqua, ma oggi la palla non vuole entrare! Al 4’ minuto di recupero nuova mischia nell’area del Caldiero, batti e ribatti ripetuti, una palla respinta nei pressi della linea di porta, vediamo Moras esultare per il pareggio… ma per il Direttore di gara non è entrata!

Finisce qui, con la vittoria di un ordinatissimo Caldiero che ha fatto quanto doveva, ed un gran rammarico per il “pugno di mosche” che rimane tra le mani della formazione di casa dopo una partita giocata comunque veramente bene. 

Il calcio è così!

SERIE D – GIRONE C – 2° giornata – sabato 3 ottobre 2020

MANZANESE – CALDIERO TERME:  0 – 1
Gol: Zerbato (C) al 13’ pt 

MANZANESE: Calligaro, Cecchini, Calcagnotto, Bevilacqua, Duca (Cestari dal 34’ st), Capellari, Casella (Bradaschia dal 30’ st), Nchama, Moras, Fyda, Zupperdoni.
A disposizione: Da Re, Gnago, Msatfi, Piani, Nastri, Michelutto, Delle Case.

All. Roberto Vecchiato

CALDIERO TERME: Tebaldi, Marcus Kouassi, Braga (Bernardiello dal 18’ st), Burato, Rossi, Cherubin (Baschirotto dal 30’ st), Zerbato (Fantinato dal 34’ st), Filiciotto, Marastoni, Zanazzi dal 10’ st), Manarin (Viviani dal 15’ st), Baldani.

 A disposizione: Kuqi, Andreis, Laperni, Galesio.

All. Cristian Soave

Direttore di gara: Simone Nuzzo Sez. Seregno. Assistenti: Vito Licari Sez. Marsala, Andrea Carrucciu Sez. Parma

NOTE – Ammoniti: Moras (M) – Cecchini (M) – Filiciotto (C) – Burago (C)

CALCI D’ANGOLO: 9 – 4 

Default image
Mario Pretto