Vecchiato in conferenza stampa: “Felici di ricominciare. Siamo concentrati sul nostro obiettivo”

Finalmente si gioca. Manzanese ed Ambrosiana in campo domani per il recupero dell’ottava giornata. Dopo tre settimane di stop forzato gli orange tornano ad affrontare una sfida di campionato. A presentare la gara e a commentare il delicato momento che tutta la Serie D sta attraversando è stato il tecnico Roberto Vecchiato.

“Siamo contenti di poter tornare a giocare. Quando arriviamo al campo lasciamo fuori tutto il resto e pensiamo soltanto ad allenarci e a preparare al meglio la partita. Ci alleniamo tutti i giorni con intensità e voglia, siamo felici di poterlo fare anche in un periodo così difficile”. 

Tornate a giocare una gara ufficiale a distanza di quasi un mese. Cosa è cambiato?

“Non possiamo cosa è cambiato fino a quando domani non entreremo in campo. Noi venivamo da un momento molto buono, ora dobbiamo riprendere quel percorso fatto di determinazione, di voglia di andare a prendere il risultato. Siamo concentrati in questo. Chi avrà lavorato meglio in queste settimane vincerà la partita”.

Come si fa a mantenere alta la concentrazione per così tanto tempo senza giocare?

“Ho parlato alla squadra nei momenti giusti, per fare il punto della situazione. Queste settimane di solo allenamento sono andate molto bene, anche oggi i ragazzi si sono allenati con la giusta intensità, dimostrando di esserci con la testa. Quello che succederà da qui in avanti non si sa, noi dobbiamo continuare a lavorare per farci trovare pronti”.

E’ un campionato anomalo, non ci sono garanzie sul proseguo della stagione.

“Mentalmente bisogna essere forti, restare concentrati soltanto sul nostro obiettivo. Siamo fortunati di poter svolgere questo lavoro”.

Domani partita importante anche per la classifica?

“La classifica è giusto guardarla ma al momento è fasulla. Noi vogliamo continuare a fare punti per scalare posizioni. Sarà una partita delicata, come lo sono tutte in questo campionato”.

Hai sfruttato queste settimane per lavorare su quegli aspetti che ti convincevano meno?

“Siamo una squadra che crea tanto e concede poco, è un dato di fatto. Abbiamo lavorato bene anche dietro, siamo stati penalizzati un po’ troppo in questo inizio. Dobbiamo cercare di non prendere gol e continuare a creare tanto. Stiamo lavorando molto su diversi aspetti, ci sono ancora tante cose che possiamo migliorare”.

Questa pausa ti permesso di recuperare Gnago?

“Da dieci giorni lavora con la squadra. Sta bene, domani ci sarà. Ovviamente per la sua mole fisica ha delle scorie ancora da digerire. E’ un’arma in più, può darci una mano importante”.

Sentite che le aspettative rispetto ad inizio stagione sono cambiate?

“Leggo e sento quel che si dice della Manzanese. Mi fa piacere che ci dipingano come una squadra forte, che gioca bene a calcio. Sicuramente fa piacere. Questo è merito dei ragazzi. Ora dobbiamo dare continuità alle buone prestazioni di questo inizio. Il nostro obiettivo è quello di farci conoscere sempre di più in questo girone dove la qualità è molto elevata”.

Qual è la tua opinione sulle ultime decisioni da parte della Federazione?

“La Federazione è stata un po’ superficiale in estate, pensando che il protocollo bastasse. Penso che ora si debba trovare il modo corretto per fare proseguire il campionato. Così non si può andare avanti, o c’è un nuovo protocollo chiaro da adottare altrimenti la vedo davvero dura poter continuare”.

Default image
Stefano Pontoni